L'avvento delle tecnologie basate sull'Intelligenza Artificiale (IA) subirà una accelerazione esponenziale per il semplice motivo che tale tecnologia, finora relegata ai laboratori delle multinazionali del web, è da poco disponibile per tutti i possessori di smartphone di ultima generazione appunto forniti di chip dotati di IA.

"L'intelligenza artificiale libererà enormemente l’umanità dalle professioni ripetitive e aiuterà a coltivare menti creative" Lo ha spiegato chiaramente al China Daily Neil Shen, fondatore e managing partner di SCC (Sequoia Capital China), citando un recente rapporto realizzato dal think tank governativo China Development Research Foundation (CDRF) congiuntamente con Sequoia Capital China sulla base dei dati raccolti dal McKinsey Global Institute.

I temi tecnologici sono ormai pervasivi: sono i più forti produttori di immaginario.

“Techno Genesi” è il tema dedicato alle nuove tecnologie nello Scenario delle Tendenze TEA “Future Vs Future”  e porta l’attenzione su tre aspetti: le artificial intelligence, il machine learning e i self healing material e sulla prospettiva, ormai prossima, che questa combinazione di capacità di apprendimento e di autoguarigione porterà presto alla produzione di macchine, robot, notevolmente superiori all’uomo (fonte: World Economic Forum 2018).

Sembrerebbe quasi di vedere il seguito di Avatar il famoso film di fantascienza in cui gli umani controllano degli esseri ibridi creati in laboratorio con geni umani e geni alieni, ma invece si tratta di un nuovo sistema informatico di Computer Science e Artificial Intelligence del MIT che consente alle persone di correggere gli errori del robot nei compiti a scelta multipla tramite un interfacciamento neuronale.

Fare in modo che i robot facciano le cose non è facile: di solito, gli scienziati devono programmarli esplicitamente o far capire loro come gli umani comunicano attraverso il linguaggio. Ma se potessimo controllare i robot in modo più intuitivo, usando solo i gesti delle mani e le onde cerebrali?

Utilizziamo i cookie per rendere l'esperienza dei nostri visitatori la migliore possibile. Per fare questo utilizziamo i cookies. Per sapere come operiamo e come rimuovere i cookies ti invitiamo a vedere la nostra Privacy Policy.